Progetto di autosufficienza alimentare

Il progetto di autosfficienza alimentare prevede la coltivazione di manioca e ortaggi e l'allevamento di bestiame e pesce, con lo scopo di provvedere alla sussistenza dei bambini della Fondazione e dei loro operatori.

autosufficienza alimentare

I terreni adibiti a questo scopo sono due al momento: Plateaux de Batechè e Benzeche.

Il primo è un terreno in cui viene coltivata la manioca che viene fatta essiccare per produrre una farina cucinata come la nostra polenta.

manioca


L'altro terreno è quello che rientra anche nel progetto h2o e, inizialmente, qui avremmo dovuto coltivare la manioca ma ciò non è  stato possibile perchè il terreno è troppo sabbioso e la pianta non riesce ad attecchire. Così il nuovo progetto prevede la creazione di un lago artificiale, data la presenza di una sorgente naturale di acqua, in cui allevare pesce.

Il progetto ha preso forma e si sta pian piano avviando attraverso la cura dei maiali, che sono già numerosi, e il lavoro di itticoltura a Benzeche. Il primo obiettivo è quello di migliorare l'alimentazione dei bambini e ragazzi della Fondazione che sono tutti disabili, alcuni affetti sottoposti a cure farmacologiche, altri in attesa di un intervento chirurgico o in fase di riabilitazione; lo scopo finale sarà rendere la Fondation Viviane economicamente indipendente.

Verdure Fondation Viviane