Stallo nei colloqui tra M23 e Governo

Posted by on 27 Gennaio 2013

I negoziati, in Uganda, tra la delegazione del governo della Repubblica Democratica del Congo e i ribelli del Movimento M23 sono in stallo.

Il 16 gennaio il Movimento M23 ha chiesto l'annullamento dei risultati delle elezioni presidenziali e legislative del novembre 2011, a causa delle irregolarità da loro ritenute evidenti, e l'istituzione di un Consiglio Nazionale che guidi il Paese fino alle prossime elezioni.

La delegazione dei ribelli ha chiesto anche lo scioglimento del Senato e delle assemblee provinciali, oltre che le dimissioni dei governatori e la revisione della Costituzione.

I rappresentanti del Governo hanno respinto le richieste che esulerebbero dall'ordine del giorno dell'incontro del 16 gennaio, in cui avrebbero dovuto parlare di una revisione degli accordi del 23 marzo 2009 riguardo alla sicurezza, agli affari sociali ma anche a questioni politiche ed economiche.

Nel frattempo il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato l'utilizzo dei velivoli UAV senza pilota, per missioni si ricognizione sul territorio congolese.

La questione non procede e questo rallenta la quotidianità del Paese che si trova in ristrettezze economiche sempre più gravi ma aiutarli è possibile attraverso numerosi progetti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*