Coltan insanguinato

Posted by on 2 Agosto 2011

Il ricercatore di Watch Internetional, Bennet Bailey, ha redatto un dettagliato rapporto sullo sfruttamente delle risorse minerarie nella Repubblica Democratica del Congo.

La battaglia per il Coltan è la più difficile da estirpare a causa delle pressioni esercitate dalle potenze internazionali coinvolte, come la Cina, e dalle industrie dell'elettronica che ricavano un immenso guadagno dal commercio illegale di materie prime.

E' stato proposto un protocollo per la certificazione della provenienza del Coltan ma, fino ad oggi, l'unico provvedimento in atto che limita l'uso delle materie provenienti da sfruttamento, è una legge del presidente USA Obama che vieta alle compagnie quotate in borsa di comprare coltan insanguinato. Purtroppo però questa legge è facilmente aggirabile perciò non rappresenta altro che un palliattivo.

Bisogna porre fine a questa guerra che fa delle ricchezze del Paese la sua condanna.

La Repubblica Democratica del Congo può rialzarsi ma per farlo ha bisogno dell'impegno di tutti per superare le maggiori cause di povertà e sfruttamento. Scopri come assicurare l'educazione primaria e l'autosufficienza a questo meraviglioso Paese! Per non essere mai più schiavi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*